Ferrari passa all'attacco e si rivolge alla Corte dei Conti

"Ipotesi di danno erariale da ascrivere all'amministrazione precedente"

il caso

Condividi

“La mia relazione in consiglio comunale sui presunti addebiti che mi vengono mossi e che causerebbero cause di incompatibilità e di ineleggibilità nei miei confronti è stata pretestuosamente ignorata o quantomeno sottovalutata dai consiglieri comunali, ma dimostra molte cose”. Il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari commenta, due giorni dopo il suo svolgimento, il consiglio comunale dello scorso tre ottobre, facendo delle puntualizzazioni sui suoi contenuti.
“Trovo irriguardoso nei miei confronti – dichiara oggi Mario Ferrari – che si siano ascoltati con sufficienza i passaggi più importanti della mia relazione, che dimostra l’insussistenza delle accuse che mi vengono mosse dal punto di vista tecnico, oltre a metter nella luce dovuta la mia onorabilità professionale e personale. Oltretutto, è evidente la pretestuosità del riportare alla luce questi argomenti a pochi mesi dalla ormai imminente campagna elettorale, mentre chi oggi riscontra presunte irregolarità avrebbe potuto e dovuto farlo a suo tempo, e non lo ha fatto”.
“Ulteriore chiarezza – aggiunge Mario Ferrari – verrà fatta nel prossimo consiglio comunale, dove verrà portata in esame la incomprensibile mozione di sfiducia nei miei confronti sugli stessi argomenti dell’ultima assemblea. Ci sono infatti altri elementi che verranno rivelati a tempo debito e che metteranno nella giusta luce la questione, chiarendo ogni dubbio ed evidenziando anche chi ha agito in maniera pretestuosa e per proprio esclusivo tornaconto”.
“Intanto – conclude Mario Ferrari – il consiglio comunale del tre ottobre ha avuto un esito importante: ho trasmesso infatti la mia relazione al segretario comunale per allegarla alla delibera e la invierò personalmente alla Procura Regionale della Corte dei Conti. Nelle verifiche della documentazione ad essa allegata, infatti, ho riscontrato alcuni atti che potrebbero provare una ipotesi di danno erariale da ascrivere alla amministrazione comunale precedente”.
 

Indietro venerdì 5 ottobre 2018 @ 12:36 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus