"Grazie Pomonte, grazie Elba. Un abbraccio"

Di Elena Campeggi

Il ricordo

Condividi

“Fra qualche giorno voglio tornare a Pomonte, dove Nano ed io abbiamo passato tanti lunghi e felici momenti della nostra vita. Si affollano i ricordi. Tanti da quel lontano giorno di tanti anni fa quando Ovidio ci disse: “Ecco le chiavi della vostra casa. Sei un galantuomo. I soldi me li darai quando potrai”.

Cercherò di ringraziare personalmente i tanti elbani che in questi giorni mi sono stati e mi sono vicini. Ma da subito un grande grazie a Pomonte, all’Elba tutta. Al Comune di Portoferraio e a Mario Ferrari, che ha voluto solennemente ricordare in Consiglio comunale il cittadino onorario del capoluogo elbano. E poi Italia Nostra, Acqua dell’Elba, Soroptimist, Open Air Museum Italo Bolano, che hanno ricordato i momenti in cui Nano ha partecipato alle loro iniziative.

Tanti, tantissimi amici elbani, da Pomonte a Cavo, hanno manifestato con telegrammi, messaggi sui social, nei media a stampa e on-line, la loro vicinanza. A tutti loro, ai media: grazie. Ma un grazie particolare ai “bamboli” di Pomonte, che hanno posti dietro il cancelletto della nostra casa tante ghiaie, dove avevano scritto e disegnato il loro amore per Nano. “Buon viaggio, Nano”, è stata la prima ghiaia.

Sono serena. Stai tranquillo. La tua “Cinci” non è sola, come ti ha detto il nostro Gianni, salutando il suo meraviglioso babbo.

Grazie. Un abbraccio”

Elena Campeggi 

Indietro domenica 2 settembre 2018 @ 11:23 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus