Il corto "Oltre l'orizzonte" si aggiudica il Premio "Gaber"

Ennesimo riconoscimento nazionale per "Le Perle dell'Arcipelago"

Spettacolo

Condividi
Le Perle dell'Arcipelago

Ancora un altro premio per “Le Perle dell'Arcipelago”, il laboratorio teatrale dell'Istituto scolastico “Foresi” di Portoferraio.

Il cortometraggio “Oltre l’orizzonte”, autoprodotto, con la preziosa collaborazione di Davide Palmieri, si è aggiudicato il primo posto al Premio Nazionale “Giorgio Gaber e le nuove generazioni”.

Grande soddisfazione da parte della Prof.ssa Ilaria Chirici, referente del laboratorio, che dal 1° settembre di quest’anno farà stabilmente parte del Collegio Docenti: «Credo fortemente in questi ragazzi e in questo progetto. Un'esperienza che segnerà il loro futuro e la loro personalità. Per molti di loro il laboratorio ha accompagnato l'intero cammino liceale e continuano anche dall'università, segno del profondo valore educativo del teatro per la formazione dei ragazzi. Hanno tutte le carte in regola per affacciarsi al mondo teatrale a livello nazionale».

Due le categorie in cui “Le Perle” hanno concorso al “Premio Gaber”: per la sezione teatro, come spiega la Prof.ssa Chirici, è stato portato in scena “Seven – Chi sono io?”, una rappresentazione teatrale e di danza contemporanea, e per la sezione corti, il cortometraggio vincitore, “Oltre l’orizzonte”, dedicato ai propri limiti da superare.

Un’esperienza, questa, considerata, ormai, quasi “familiare” da parte degli studenti coinvolti:

«Sono orgogliosa di dove siamo arrivati, di ciò che stiamo diventando, mattone per mattone – afferma Elena – Sono sicura che se continueremo con la stessa grinta, costruiremo qualcosa di grande ed estremamente bello,con la dedizione e il puro impegno possiamo puntare ancora più in alto. Sempre insieme,come una famiglia».

«“Fatto bene e con la testa”, questo ripete Ilaria Chirici. È una frase impressa nel cuore e nella mente sempre – continua Giada – ci permette di avere la costanza, la determinazione di non smettere mai di credere alla magia del teatro e all’unità delle Perle, che per tutti noi è famiglia».

Anche Pietro si dice soddisfatto del lavoro svolto quest’anno: «Desidero andare oltre la questione teatro, che sì, è importante, ma vi è molto più di questo: l'essere accettati senza alcun tipo di giudizio, essere se stessi senza indossare le tante opprimenti maschere che troppo spesso portiamo nella vita di tutti i giorni, trovare una persona come Ilaria, che nonostante tutte le varie difficoltà che questo gruppo ha incontrato e sicuramente incontrerà nel suo cammino, riesce sempre ad andare avanti con passione e ottimismo, facendo sentire tutti noi ragazzi del gruppo come suoi figli. Queste sono le cose importanti, queste sono le cose a cui non voglio rinunciare. Queste sono le Perle dell'Arcipelago».

Intanto, tutti anticipano che sono già in cantiere nuove rappresentazioni. Ne vedremo delle belle. 

Indietro giovedì 30 agosto 2018 @ 16:11 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus