Torna il maltempo in Toscana nel fine settimana

Domani previsti intensi temporali e forti raffiche di libeccio anche all'Elba

Meteo

Condividi

Torna il maltempo nel fine settimana.
 Sabato 25 agosto sono previsti temporali su quasi tutta la Toscana. La comunicazione arriva dalla Sala operativa della Protezione civile regionale che ha emesso un allerta di codice giallo per il rischio di forti temporali per la giornata di domani, ad esclusione delle zone lungo la costa meridionale fino al confine laziale.
Inoltre è stato emesso un codice giallo anche per vento e mareggiate a partire dalle ore 18 di sabato 25 agosto, fino alla mezzanotte.


Vediamo nel dettaglio le previsioni.

Per sabato sono previsti cumulati medi significativi sul nord-ovest e non significativi altrove. Massimi puntuali invece, fino a elevati insieme a temporali più persistenti, più probabili su Lunigiana, provincia di Massa-Carrara e Appennino della provincia di Lucca.
Per quanto riguarda i temporali già a partire da oggi venerdì, saranno possibili isolati brevi fenomeni nell'interno, (più probabilmente tra le province di Firenze, Arezzo, Siena e Grosseto) anche con occasionali colpi di vento e grandinate. Domani, invece tra la notte e la mattina saranno possibili temporali sparsi sul nord-ovest , isolati sull'Arcipelago a nord dell'Elba e sulla costa centro-settentrionale. Nel pomeriggio
poi la perturbazione si sposterà nelle zone interne mentre dalla tarda serata è probabile un peggioramento più diffuso a nord-ovest con temporali in estensione nella notte tra sabato e domenica e nella mattina di domenica al resto della regione.
Per quanto riguarda la situazione vento , dal tardo pomeriggio di domani, arriveranno forti raffiche di
libeccio sull'Arcipelago a nord dell'Elba e sulla costa centro-settentrionale.
 

Indietro venerdì 24 agosto 2018 @ 16:51 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus