Evasione fiscale, sequestrati beni per 685 mila euro

L'operazione della Finanza ha coinvolto un rappresentante legale di Livorno

Cronaca

Condividi
Repertorio

Sequestrati beni immobili, disponibilità finanziarie e quote societarie. I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Livorno hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo, emesso dal G.I.P. del Tribunale di Livorno, Dott. Mario Profeta, che ha interessato l’usufrutto di due immobili a Vicopisano, in provincia di Pisa, quote societarie e somme depositate sui conti correnti, tuttora in corso di rilevazione, nei confronti di un rappresentante legale pro tempore di una s.r.l., operante nel settore del commercio di abbigliamento sportivo e già dichiarata fallita dal Tribunale di Livorno.
A seguito dei controlli automatizzati sulle dichiarazioni fiscali, l’Agenzia delle Entrate ha rilevato, infatti, che la società aveva omesso di versare l’IVA nell’anno 2015, quindi prima del fallimento, per l’ammontare di 685.000,00 Euro.
Dunque il Sostituto Procuratore della Repubblica titolare del fascicolo, Dott. Massimo Mannucci, ha richiesto al G.I.P. l’emissione di un provvedimento di sequestro preventivo per equivalente, nei confronti del rappresentante legale fino alla concorrenza del valore dell’IVA non versata.
I militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Livorno, delegati per l’esecuzione del provvedimento ablatorio, hanno, quindi, avviato le procedure tese alla ricognizione dei saldi attivi sui conti correnti e operato il sequestro delle disponibilità immobiliari, partecipative e finanziarie direttamente riconducibili alla persona indagata.

 

Indietro martedì 7 agosto 2018 @ 12:37 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus