Rimateria, rinviata a lunedì la delibera del Consiglio

Mancano 4 esponenti della maggioranza, le opposizioni lasciano l'aula

Piombino

Condividi
foto di repertorio

Saltato il Consiglio Comunale che, nella mattinata di ieri, avrebbe dovuto discutere della delibera sull’anticipo di 350 mila euro a Rimateria per il pagamento della polizza fideiussoria alla Regione, senza la quale la società perderà l’Autorizzazione Ambientale e la discarica rischierà lo stop definitivo delle attività.

Le opposizioni (M5S, Ascolta Piombino, Ferrari Sindaco e Un’Altra Piombino) hanno abbandonato in blocco l’aula per via dell’assenza di 4 consiglieri della maggioranza, che non poteva garantire il numero legale per proseguire la seduta, necessario in caso di approvazione di provvedimenti ritenuti strategici dalla maggioranza stessa.

«Il bilancio, soprattutto le sue variazioni, è argomento di grande valenza politica: la mancanza del numero legale evidenzia una crepa proprio sui criteri di scelta», affermano dall’opposizione. «Sull’ampliamento degli spazi di discarica, sui nuovi insediamenti produttivi previsti dall’amministrazione, nonché più in generale sul tema ambientale, le forze di minoranza hanno visioni articolate su cui faranno fronte comune».

Tutto rinviato a lunedì, dunque. Il sindaco di Piombino, Massimo Giuliani, assicura che le assenze dei 4 consiglieri erano giustificate da motivi personali e non politici, e richiama tutti alle loro responsabilità verso i cittadini e le istituzioni democratiche: «La difesa democratica di tutte le posizioni si fa stando in aula oppure abbandonando la discussione? Esiste un modo democratico per esprimere il proprio disappunto: il voto».

Le opposizioni, secondo Giuliani, hanno preferito cavalcare la situazione e farne un caso politico da sfruttare a fini elettorali e di propaganda, piuttosto che portare avanti la discussione sugli argomenti all’ordine del giorno e su Rimateria, questione che, sottolinea, era stata sollecitata proprio dalle minoranze.

Indietro giovedì 12 luglio 2018 @ 16:13 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus