Simone Mellini all'Elba, "Grazie per quello che fate"

Le donazioni dall'isola per aiutare i bambini del Brasile

Sociale

Condividi

“Visto il grande supporto dell'Elba in questa mia ennesima festa-donazione, avrei piacere di ringraziare tutta l'Elba pubblicamente. Grazie Isola d’Elba”. Simone Mellini abbraccia ancora una volta i cittadini per la vicinanza ai progetti sociali di cui si fa promotore in Brasile dove vive stabilmente. Con gli ultimi pacchi, Simone ha potuto organizzare una festa-donazione, nel mese di maggio, con i più piccoli a cui ha portato i pacchi in arrivo dall’Elba. Un grazie da Simone va dunque a “Avis, Pro-loco, Michela, Roberta, Sara, Antonella, Kate, Martina, Fabiana, La piccola Giulia, Pier Luigi, tutta Lacona, Rio Marina, Portoferraio, la scuola di Porto Azzurro, i singoli tutti, le associazioni di calcio, le mamme, Roberta, Tais Ribeiro Alencar e i bimbi che mi mandano le loro cose”.

Questa volta è andato a trovare un’associazione nata 18 anni fa e che si occupa di bambini dai 6 ai 15 anni. “Con zero aiuti – racconta Simone - sono riusciti ad avere una casa abbandonata. Ora aiutano i più piccoli nei compiti, nel mangiare, organizzano campeggi il fine settimana, hanno una mini palestra e cercano di dare loro degli insegnamenti con dei piccoli corsi in cui loro stessi si calano nelle vesti di docenti. Mi spiego, se uno di loro sa cantare, insegna a cantare. E così via”.

Insomma un’associazione che piano piano, e con nessun contributo, è riuscita a organizzarsi in autonomia. C’è anche un dottore che saltuariamente li aiuta nelle cure. “Il tutto – spiega Simone – per inculcargli il rispetto, l’onestà e l’educazione. Avviene in una sorta di regime militare, molto più leggero, ma è importante il rispetto delle regole.
La favela è qui nella Praia do Futuro, una delle più povere e degradate. Quindi davvero tanto di cappello per questi ragazzi”.

Entro il mese di giugno Simone Mellini organizzerà un’altra festa ma questa volta per i bambini ancora più piccoli. E rivolge ancora un appello: “Se qualcuno volesse aiutarmi mi può contattare. Cerchiamo di fare qualche pacco per questi ragazzi che sono davvero degli angeli. Mi potete mandare, cose sportive per praticare qualsiasi tipo di sport, cose da campeggio, scarpe, scarpette da calcio, completino, cose da ginnastica e quant’altro possa essergli utile”.

Indietro mercoledì 13 giugno 2018 @ 11:54 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus