Coluccia: "Corsini espressione della voglia di cambiare"

di Pino Coluccia

L'intervento

Condividi

Riceviamo e pubblichiamo un intervento di Pino Coluccia sull'elezione di Marco Corsini a sindaco di Rio

La vittoria della lista Corsini a Rio esprime senz'altro una voglia di cambiare: Corsini si è presentato come un out-sider, fuori dai vecchi giochi e schemi, con una squadra di candidate e candidati ben assortita, ma battaglieri e qualificati, di cui la parte femminile, non me ne vogliano i maschietti, mi sembra la più vivace; la vittoria, sostenuta principalmente dalle frazioni di Cavo e Rio Elba, esprime voglia di cambiare classe di amministratori e cambiare nei metodi e nella scelta attenta dei candidati, che, se pur provenienti da posizioni politiche molto diverse si sono accomunati per sconfiggere il ritorno del "vecchio". E la esprime sconfiggendo innanzitutto chi pensava di perpetuare una classe dirigente che già si era distinta nei suoi recenti fallimenti amministrativi: quello di Rio Nell'Elba, terminato con la fuga del Sindaco De Santi e della sua maggioranza a metà legislatura, abbandonando il Paese a se stesso e svendendolo in una fusione liquidatoria e quello di Rio Marina, anch'esso, a detta dei sostenitori stessi del Canovaro, dopo una legislatura segnata da immobilismo e depressione. C'è anche un aspetto politico che si è in qualche modo a tratti espresso ed è quello rappresentato tuttora dalla coppia Bosi- De Santi e la loro ambizione di egemonizzare il centro destra Elbano, disegno che è ferocemente contrastato dal Barbetti con la sua nuova collocazione politica Leghista e la cui forza elettorale e politica si è espressa politicamente nelle recenti elezioni. Penso che questo scontro c'è la ritroveremo in tutte le prossime elezioni comunali, a cominciare da Portoferraio. Nella lista di Corsini si è espressa anche una parte della sinistra, che non aveva trovato forza e forze per esprimersi autonomamente e che cercava compagni di strada utili allo scopo di contrastare una vittoria della coppia Bosi-/De Santi ed in considerazione anche che il PD, anch'esso titolato formalmente a fare una propria lista si è frantumato in varie posizioni confluite praticamente sulle varie liste. Mi chiedo se questo modello di lista potrà essere riutilizzabile anche in futuro. Facciamo gli auguri a Corsini ed ai nuovi consiglieri perché possano dare un segnale di vero cambiamento, pur comprendendo che la sfida comincia da zero. Credo che lo sforzo maggiore sarà quello di far sentire tutti, le varie comunità delle quattro frazioni, partecipi e coinvolti nelle scelte.

Indietro mercoledì 13 giugno 2018 @ 09:23 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus