"Io, il sindaco che troverete tutti i giorni al suo posto"

Intervista al candidato sindaco Umberto Canovaro con "Terra Nostra"

Elezioni

Condividi
Umberto Canovaro

E’ stato il primo a sciogliere la riserva sulla candidatura a sindaco per il nuovo Comune di Rio. Umberto Canovaro, insieme alla sua lista civica Terra Nostra, sta conducendo gli ultimi giorni di campagna elettorale prima delle elezioni amministrative del 10 giugno. Canovaro, classe 1954, scrittore e storico, ispettore archivistico onorario per la Toscana, insignito dell’onorificenza di commendatore da parte del Presidente della Repubblica. E’ stato vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici al Comune di Piombino. “Ho deciso di concludere qui, a Rio, nella mia terra, l’esperienza politica”. Così ha esordito rispondendo alla domanda sulla scelta della candidatura. Perché da questo siamo partiti per conoscere meglio il candidato a sindaco. “Io sono nato a Rio, qui ho vissuto la mia infanzia. Quando alcuni amici mi hanno chiesto la disponibilità a candidarmi, ho accettato volentieri perché è una bella sfida quella del comune unico e quindi ho ritenuto opportuno di farlo perché so che sono figlio di questa terra e che la gente mi vuol bene”.

La squadra. I candidati al consiglio comunale per la lista civica Terra Nostra sono Renzo Sanguinetti, Valeria Barbagli, Gianluigi Castelli, Marco Corsi, Giancarlo Diversi, Gianluca Fedeli, Francesco Giannoni, Mirko Giordani, Nunzia Longhitano, Roberto Scalabrini, Giovanni Schezzini e Gisella Verdura. “Voglio sottolineare che è una bella squadra di professionisti, di gente che lavora e che vive questo territorio ma soprattutto che è entusiasta di voler fare qualcosa per la nostra Rio”.

Il programma elettorale. Quali sono i punti prioritari del programma? “I primi punti sono quelli di voler far funzionare bene la macchina comunale. Quindi occorre una presenza costante del sindaco e della squadra sul territorio, occorrerà una maggiore informatizzazione delle procedure perché le risposte che vanno date ai cittadini devono essere estremamente celeri. Un altro punto riguarda il piano di manutenzione generale di cui necessitano tutti i territori di Rio. C’è molto degrado. Terzo punto, la viabilità che va sistemata.

L’appello ai cittadini. “I cittadini devono votare Umberto Canovaro perché è un sindaco che è nato qua. Le cose non me le raccontano, le vivo. Vivo il mio paese, non mi piace la condizione in cui si trova e ho, credo, l’esperienza e la volontà necessaria per dare una svolta. L’appello che faccio ai miei concittadini è quello di crederci, di avere una speranza che insieme possiamo farcela, con un sindaco che troverete tutti i giorni al suo posto di combattimento per fare una sfida da fare insieme e di vincerla perché ce la possiamo fare. Per ascoltare l'intervista clicca qui

Irma Annaloro

 

Indietro mercoledì 6 giugno 2018 @ 17:06 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus