Pesca vietata a Giannutri, due soggetti denunciati

Sono stati ripresi dalle telecamere a 100 metri dalla riva

Cronaca

Condividi

Stavano pescando in una zona vietata a Giannutri, praticamente a meno di 100 metri dalla riva in prossimità di Punta San Francesco. Non potevano sapere, però, che le telecamere del sistema di videosorveglianza del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, in uso al Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Livorno avevano ripreso tutto. Così due soggetti, pare e figlio di Grosseto sono stati fermati e controllati dall’equipaggio della Vedetta V. 2000 della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Porto Santo Stefano e scortati fuori dalla zona di mare tutelata.

I due soggetti sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria per violazione delle normative a tutela delle aree protette. Nei loro confronti sono state inoltre contestate violazioni amministrative per l’esercizio di pesca sportiva, sosta e cattura di pesce in zona “1” dell’isola di Giannutri, con sanzioni massime complessivamente superiori a 5.000 euro.

Nelle zone marine tutelate “1” dell’isola di Giannutri, infatti, scatta il divieto assoluto di accesso, navigazione, sosta, ancoraggio, immersione e, soprattutto, di pesca, mentre nelle zone di tipo “2” la pesca è regolamentata dall’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.

L’intervento della Guardia di Finanza di Porto Santo Stefano rientra all’interno di un’attività di controllo che, con l’approssimarsi della stagione estiva, si sta intensificando con la finalità di prevenzione generale degli illeciti in mare e lungo i litorali. L’operazione si inquadra anche nell’ambito della vigilanza delle acque marine confinanti con le zone protette circostanti le isole dell’Arcipelago Toscano, di cui al Protocollo Operativo d’Intesa sottoscritto il 12 ottobre 2017 tra l’Ente Parco ed il Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Livorno, ulteriormente rafforzata dalla remotizzazione delle telecamere del sistema di videosorveglianza delle isole protette presso la Sala Operativa della Guardia di Finanza di Livorno.

Il commento del presidente Giampiero Sammuri. "Ringrazio il Colonnello Amedeo Antonucci, comandante del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Livorno, per l'importante lavoro di monitoraggio delle telecamere del sistema di videosorveglianza posizionate presso la Sala Operativa della Guardia di Finanza di Livorno. Questa brillante operazione a Giannutri, svolta dai Finanzieri della Sezione Operativa Navale di Porto Santo Stefano conferma l'utilità del sistema di videosorveglianza realizzato dal Parco per la tutela del mare dell'Arcipelago Toscano".

Indietro giovedì 24 maggio 2018 @ 13:08 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus