Ferrari: "A San Giovanni servono soluzioni immediate"

Il sindaco annuncia gli interventi per mettere in sicurezza la strada

Portoferraio

Condividi
il sindaco Mario Ferrari

“Ho dato mandato agli uffici comunali competenti di adottare immediatamente tutti i provvedimenti necessari alla messa in sicurezza della strada di San Giovanni”. Così il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari, vista la necessità ormai improcrastinabile di rendere sicuro il transito di veicoli nel tratto di strada ex Provinciale 26, oggi comunale, che va dalla rotonda di Carpani fino alla curva a ferro di cavallo in località Le Grotte, interviene per evitare ogni ulteriore rischio a carico di persone o cose provocato dalle condizioni della strada.
“Nei giorni scorsi – fa sapere il sindaco - ho scritto una lettera al dirigente responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale e al Comandante della Polizia Municipale, invitandoli ad attivarsi con la massima sollecitudine per garantire il transito in condizioni di sicurezza. La condizione del manto stradale, infatti, è particolarmente critica sia a causa delle radici degli alberi che hanno deformato il manto bituminoso, sia per il cedimento del sottofondo. Questo comporta gravi rischi per il transito di cicli e motocicli, ma anche per quello di mezzi pesanti, autobus compresi, per i quali la strada deformata provoca un rollio pericoloso che in caso di transito contemporaneo di due mezzi potrebbe causarne anche il contatto”.
Intanto, il Comando di Polizia Municipale ha predisposto un provvedimento di ordinanza, già emesso in data 17 maggio scorso, con il quale dispone la messa in opera di adeguata segnaletica di pericolo fino a quando non verranno effettuati i lavori di ripristino del manto bituminoso, istituendo nel frattempo per tutto il tratto del piano di San Giovanni un limite di velocità di 30 kmh.
Nel frattempo, avrebbero dovuto iniziare oggi ma sono stati rimandati per il maltempo alla prima giornata utile i lavori di abbattimento dei primi pini che fiancheggiano la strada. Si inizierà dalla zona circostante l’incrocio con la strada di Colle Reciso, dove dovrà nascere la nuova rotatoria, per poi proseguire con il resto degli abbattimenti che verranno ritenuti necessari per garantire adeguate condizioni di sicurezza per il traffico veicolare.
 

Indietro martedì 22 maggio 2018 @ 17:01 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus