Campiglia, riparte la bottega della salute mobile

Dal 22 maggio prenderà il suo effettivo servizio nel territorio comunale

Sanità

Condividi

 

A partire da da martedì 22 maggio prenderà il suo effettivo servizio con postazioni mobili sul territorio di Campiglia Marittima la Bottega della Salute itinerante.

Il servizio gestito dalla Misericordia di Campiglia Marittima si svolge tramite un mezzo attrezzato ed è il frutto di un progetto che scava le sue radici nel 2015 fino ad arrivare alla convenzione tra la Regione Toscana, l’Anci, l’Uncem Toscana, il Comune di Campiglia Marittima e naturalmente la Misericordia di Campiglia Marittima.

La prima tappa della “Bottega” sarà in località Bandita, nella campagna di Venturina Terme, dalle 9.00 alle 11.00: una partenza dalla campagna proprio a sottolineare che il servizio è fatto per raggiungere i cittadini nelle aree più periferiche.

Il viaggio proseguirà sempre, con lo stesso orario, nel mese di giugno il primo a Cafaggio, il 5 giugno al Centro Commerciale La Monaca in via dell’Agricoltura a Venturina Terme, l’8 giugno alla Stazione Ferroviaria, il 12 giugno al Centro Commerciale di Via Don Sturzo, il 15 a Lumiere il 19 giugno in Largo Sbarretti e il 26 giugno di nuovo in località Bandita. Nel mese di luglio: il 3 Alla Monaca, il 6 a Cafaggio, il 10 in via Don Sturzo, il 13 alla Stazione, il 17 in largo Sbarretti, il 20 a Lumiere e il 25 a Bandita.

La Bottega della salute è un presidio sia medico che amministrativo viaggiante, infatti sarà possibile rivolgersi al suo personale per attivare la tessera sanitaria elettronica, per consultare il proprio fascicolo sanitario elettronico personale, per stampare i referti degli esami del sangue, avere informazioni e supporto per tutti i servizi on line erogati dalla ASL, accedere ai servizi on line dell'Inps e anche chiedere informazioni per svolgere il servizio civile.

La “Bottega della salute” ha dunque la peculiarità di essere multifunzionale, gratuito, riconoscibile e facilmente accessibile a tutti.

L’assessore alle politiche sociali Alberta Ticciati che afferma:"Finalmente ripartiamo dopo uno stallo dovuto al passaggio della materia da Uncem a Anci. Questo servizio è rivolto ed accessibile a tutti ed è dedicato in particolar modo a chi ha difficoltà negli spostamenti, alle persone anziane, alle persone sole. E' un punto di riferimento, un aiuto ed un supporto per quanto riguarda la sfera medica. Una volta partito e sperimentato il progetto, verranno inseriti anche due ragazzi attraverso il servizio civile regionale, che daranno una mano ai volontari della Misericordia. Con l'aiuto di questi ragazzi l'obiettivo è quello di incrementare i servizi offerti, andando ad aggiungere anche servizi comunali, completi o parziali, non presenti nelle frazioni e nelle campagne, così da agevolare i cittadini nella loro vita quotidiana. Un ringraziamento alla Misericordia di Campiglia M.ma per l'impegno dimostrato sino ad oggi ed un in bocca al lupo per il lavoro da svolgere da qui in avanti".

Barbara Noferi

 

Indietro lunedì 21 maggio 2018 @ 08:28 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus