Ancora odori insopportabili dalla discarica di Rimateria

I cittadini si sono rivolti a "Il Gruppo d'Intervento Giuridico onlus"

Piombino

Condividi

 

Basta con il tanfo a Piombino, tanti residenti non ne possono più! 

Inizia così l'accorata comunicazione del Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus che si dichiara al fianco dei cittadini che giustamente pretendono il rispetto delle normative ambientali, la tutela della salute pubblica e della loro qualità della vita. Oltre ai notevoli problemi ambientali e occupazionali già esistenti nella cittadina, si aggiunge un tanfo pestilenziale proveniente dalla discarica per rifiuti non pericolosi sita in località Ischia di Crociano e gestita da Rimateria s.p.a.

Dagli accertamenti svolti dalle autorità competenti, dei 34 pozzi di captazione del biogas ne sono risultati collegati solo 16, gli altri diffondono nell’aria i relativi miasmi. Lo scorso 21 marzo 2018 era stata posta sotto sequestro preventivo da parte della Magistratura inquirente e dei Carabinieri del N.O.E. di Grosseto in seguito a indagini avviate nel febbraio 2017. Tuttavia, il provvedimento cautelare è stato temporaneamente revocato il 17 aprile 2018 per consentire le operazioni di adeguamento e miglioramento degli impianti.

La discarica e i relativi lavoratori continuano così a operare e ad avere i fondi per gli interventi di adeguamento e miglioramento degli impianti. Resta il fatto, però, che i miasmi continuano a riproporsi ai residenti della zona, segno che qualcosa non funziona a dovere. L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, raccogliendo le segnalazioni dei residenti, ha quindi inoltrato il 15 maggio una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione provvedimenti, al Ministero dell’ambiente, alla Regione Toscana, al Comune di Piombino, all’A.R.P.A.T., informando la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Livorno e i Carabinieri del N.O.E., perché siano risolte definitivamente le problematiche che danno corso agli insopportabili e sgradevoli olezzi.

Barbara Noferi

Indietro giovedì 17 maggio 2018 @ 18:31 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus