Insularità, a Marciana Marina parte la raccolta firme

E' la proposta dell'Ancim che punta a riavere il principio in Costituzione

Cronaca - guarda il video

Condividi
Un momento dell'assemblea a Marciana Marina

Marciana Marina si dice pronta a far rivendicare un diritto che fino al 2001 era costituzionalmente riconosciuto per i suoi cittadini. E sposa in pieno l’iniziativa promossa dall’Ancim, l’associazione nazionale comuni isole minori, che punta a modificare l’articolo 119 della nostra carta costituzionale per avere l’inserimento della questione di insularità. E lo fa attraverso una petizione, una raccolta firme per presentare una proposta di legge di iniziativa popolare di modifica alla Costituzione.

Qui, a Marciana Marina, l’amministrazione comunale ha già dato il via alla raccolta firme. E lo ha fatto sabato 7 aprile nel primo giorno di partenza della petizione. In un’assemblea pubblica, aperta a tutti i cittadini elbani, il sindaco Gabriella Allori è intervenuto insieme al consigliere Vincenzo Tagliaferro per spiegare le ragioni della petizione promossa dall’Ancim.

Fino al 2001 l’articolo 119 della Costituzione riportava al suo interno il riconoscimento del principio di insularità prevedendo degli aiuti speciali per i comuni delle isole minori. Poi, la modifica al titolo V, ha eliminato il riconoscimento dello svantaggio, economico e sociale, che le isole vivono in ragione della loro conformità. 

Per presentare un progetto di legge di iniziativa popolare servono 50mila sottoscrizioni da raccogliere in poco meno di 60 giorni ormai. I promotori hanno già manifestato l’intenzione di promuovere l'iniziativa in tutte le città della penisola. In ogni caso la proposta dell’Ancim è arrivata a tutte le amministrazioni dell’Isola d’Elba. Tutti i cittadini potranno rivolgersi al proprio comune di residenza. Una volta raccolte, le 50mila firme saranno poi presentate in Parlamento dove sarà discusso e votato il progetto di legge secondo un procedimento particolare disciplinato dalla nostra Carta Costituzione. 

Qui, a Marciana Marina, l’assemblea promossa dall’amministrazione comunale è stato solo il primo passo verso una completa informazione rivolta a tutta la cittadinanza. Al tavolo, insieme al primo cittadino Allori e al consigliere Tagliaferro, c’erano anche i sindaci di Campo, Davide Montauti, e di Marciana, Anna Bulgaresi. All’appello mancavano gli altri quattro primi cittadini anche se a rappresentare Portoferraio ci ha pensato il consigliere di minoranza Paolo Andreoli. Un’assenza che lascia l’amaro in bocca anche se questo non preclude il fatto che i residenti degli altri comuni possano partecipare alla petizione

Per guardare il videoservizio clicca qui

Indietro martedì 10 aprile 2018 @ 18:39 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus