Piombino, permesso di soggiorno falso: rimpatriato

L'uomo ha fatto richiesta di residenza con un documento contraffatto

val di cornia

Condividi
comune di Piombino, repertorio

Un senegalese di 38 anni che lavorava da alcuni anni a Piombino è stato oggetto della procedura di rimpatrio a seguito di documenti irregolari.

L'uomo infatti ha richiesto presso gli uffici comunali la residenza, ma il documento presentato relativo al permesso di soggiorno era stato falsificato.

Da qui l'avvio del rimpatrio seguendo però un iter piuttosto complesso.

Prima la denuncia, poi è stato informato il competente ufficio della Questura di Livorno ed infine si è cercato un posto in un Cie (Centro di Identificazione e Espulsione) per extracomunitari, passo necessario per il successivo rimpatrio.

Il senegalese è stato quindi accompagnato in un centro Cie di Torino che lo ha preso in consegna in attesa del termine delle procedure per il rimpatrio.

Indietro giovedì 15 febbraio 2018 @ 15:56 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus