Atletica Piombino ottimi risultati nel lancio del peso e salto con l'asta

Titoli toscani Under 13 per Nicola Serra e Simone Santucci

Sport

Condividi

Gran debutto stagionale per i due dodicenni Nicola Serra e Simone Santucci: alla loro prima gara del 2018, si sono infatti aggiudicati rispettivamente i titoli toscani U13 di getto del peso (2 Kg) e salto in alto.

Per quanto riguarda Santucci, vittoria netta dato che i suoi due principali avversari in regione della disciplina classe 2006, ovvero Giacomo Giovinazzo, livornese, e Serra stesso appunto, erano già impegnati in altre gare.

Santucci è entrato sicuro alla quota di 1.15, ed ha passato tutte le misure al primo tentativo fino a 1.34. Poi ad 1.37 due errori che ne hanno decretato l'eliminazione, ma grande soddisfazione per aver migliorato il primato personale di 9 centimetri, dall'1.25 saltato ad ottobre.

Messa a punto nelle ultime settimane una buona rincorsa insieme al tecnico Stefano Gorini, è arrivato a questo importante successo.

La scelta della gara per Serra è stata molto meditata: Nicola è un'atleta molto abile e polivalente, si cimenta senza paura in specialità che neppure spetterebbero alla sua categoria come lancio del disco e salto con l'asta, con ottimi risultati, tra le altre cose.

Discreto corridore e saltatore in lungo, insieme ai suoi allenatori ha deciso di iscriversi alla gara di getto del peso, una delle meno frequentate. Ed è proprio qui, con una bordata a 8.46, che ha vinto l'oro U13 (di un solo centimetro!!) e settimo posto assoluto considerando la classifica generale con i nati nel 2005.

Sicuramente Serra potrà esprimere al meglio le sue qualità nelle gare all'aperto dove si metterà alla prova nei vari triathlon che compongono le giornate della Coppa Toscana.

 

 

Barbara Noferi

Indietro lunedì 12 febbraio 2018 @ 14:25 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus