Liberi e Uguali presenta il suo candidato per l'Elba

Alessandro Brunini per molti anni medico all'Elba in tour elettorale

Portoferraio

Condividi
Alessandro Brunini candidato per Liberi e Uguali

Alessandro Brunini candidato al collegio uninominale alla Camera dei Deputati Elba-Piombino-Grosseto nella lista “Liberi e Uguali”, si è presentato agli elbani nelle giornate di sabato 10 febbraio nel piazzale dell’ospedale, poi nel pomeriggio nella sala consiliare del comune di Portoferraio per poi proseguire il suo tour in altri comuni dell’isola nelle giornate di domenica 11 e lunedì 12 febbraio. Brunini, ha origini piombinesi e ha lavorato all’Elba come medico del 118 e del primo soccorso per molti anni. Non a caso la conferenza stampa della mattina è stata organizzata nella terrazza davanti al pronto soccorso elbano. La sanità come tema centrale “ Si crede che avere investito milioni di euro nell’elisoccorso sia la soluzione, ma non lo è e non lo sarà – ha detto il candidato di Liberi e Uguali – perché così per trasportare i pazienti nelle strutture del continente si svuota l’ospedale dei servizi essenziali.”

Quali sono i fattori necessari per rilanciare il sistema sanitario. “Innanzi tutto è necessario che il Governo aumenti gli investimenti sul sistema sanitario nazionale – dice Brunini - le risorse ci sono, si tratta di scelte di fiscalità. Bene sarebbe un rifinanziamento del Fondo Sanitario Nazionale, oggi al al 6,3% del prodotto interno lordo contro il l'8/9 % di Germania Francia Paesi Bassi. Oggi l’Italia è la Nazione che spende meno per la sanità al pari della Gran Bretagna”. Altro tema trattato quello dei concorsi e dei contratti, “bloccati da troppi anni”, del piano per la manutenzione delle strutture, ”guardate questo ospedale è obsoleto, quando ero qui non c’erano tutte queste brutture”. 

Anche quando si fanno i concorsi spesso i medici rifiutano il posto assegnato.

“Basterebbe rendere appetibile il posto, - risponde il candidato di Liberi e Uguali – per esempio quando lavoravo all’isola, ricordo la foresteria, il doppio punteggio, i buoni pasto, e altri incentivi per rendere meno disagevole il fatto di dover lavorare lontano dal posto in cui si vive”.

Alessandro Brunini, ha poi toccato altri temi di interesse locale, come per esempio vista la stagionalità dei lavori delle persone impegnate nel turismo sull’isola, quello della disoccupazione, (la Naspi) ricordando la proposta di legge a sostegno del reddito dei lavorati stagionali. Ha anche posto l’accento su altri problemi storici insulari come quello del tribunale o dei trasporti e della continuità territoriale.

Per guardare il videoservizio clicca qui
 

Indietro domenica 11 febbraio 2018 @ 13:35 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus