Livorno, trovati a spacciare in centro, arrestati fratelli

Trovati in possesso di un etto di cocaina e un bilancino di precisione

guardia di finanza

Condividi

Due fratelli di nazionalità tunisina sono stati trovati a spacciare droga nel centro di Livorno nella serata di martedì 9 gennaio dalla Guardia di Finanza di Livorno. E’ stato proprio mentre stava vendendo ad un cliente una dose di eroina, che uno dei due è stato individuato da finanzieri del 1° Nucleo Operativo del Gruppo della Guardia di Finanza che lo hanno fermato, rinvenendo ulteriori due dosi di droga pronte ad essere vendute e due confezioni di mannitolo, una sostanza solitamente utilizzata dagli spacciatori per “tagliare” la cocaina al fine di aumentarne il numero di dosi.
Il tunisino fermato, già noto alle Forze dell’ordine per attività connesse allo spaccio di droga, ha provato ad evitare la perquisizione dell’appartamento che condivideva con il fratello, dichiarando ai militari di abitare in un indirizzo diverso da quello reale. I finanzieri, hanno comunque individuato il reale domicilio e hanno proceduto alla perquisizione dell’appartamento.
In casa dei due tunisini è stato rinvenuto un vero e proprio bazar per lo smercio di sostanze stupefacenti.Trovato, abilmente occultato tra alcuni vestiti, quasi un etto di droga, un bilancino di precisione, diversi dischetti di cellophane già pronti per il confezionamento in dosi ed altro materiale notoriamente utilizzato per lo stesso scopo. Sono stati trovati anche 750 euro in contanti .
I finanzieri, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Livorno hanno, quindi, proceduto all’arresto dei due tunisini, tradotti presso la casa circondariale  “Le Sughere”, sequestrando lo stupefacente che sarebbe stato destinato alla piazza livornese, per il presumibile consumo anche da parte di giovanissimi.


 

Indietro venerdì 12 gennaio 2018 @ 15:36 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus