Nei supermercati Conad i panettoni di Tommasino

Il ricavato della vendita interamente devoluto alla Fondazione Bacciotti

L'iniziativa

Condividi
Il panettone Tommasino

Fino al 24 dicembre nei supermercati Conad della Toscana e per il secondo anno consecutivo in tutti i supermercati Conad dell’Isola d’Elba saranno in vendita già dal 2 dicembre i Panettoni Tommasino con un contributo di soli 8 euro che verranno interamente versati da Conad alla Fondazione Bacciotti. Il legame che si è creato tra l’isola d’Elba e la Fondazione Tommasino Bacciotti ha inizio nel maggio del 2016 in occasione della nascita del motto #dajetommaso che prende il nome dalla battaglia intrapresa dal piccolo Tommaso e dalla sua famiglia, che all’età di pochi mesi, ha dovuto subire un importante intervento ed ha avuto la fortuna di incontrare nel suo cammino la Fondazione Bacciotti che opera in aiuto delle famiglie dei bambini con problemi oncologici, e che ha fornito loro un appartamento per il lungo periodo di degenza presso l’ospedale pediatrico Meyer di Firenze . Oggi la Fondazione aiuta molte famiglie con i suoi 20 appartamenti e ancora altre, anche Elbane, che si trovano ad affrontare un percorso in salita con la salute dei propri figli. Per continuare ad aiutare queste famiglie con il progetto accoglienza la Fondazione ha bisogno dell’aiuto di tutti noi.  Semplicemente con un panettone possiamo fare molto. Grazie a tutte le volontarie dei vari comuni Elbani che si alterneranno per aiutarci a promuovere la vendita del panettone nei punti vendita Conad . Un grazie speciale a chiunque acquisterà il panettone sostenendo la fondazione .

Per informazioni sull’iniziativa potete contattare le referenti della Fondazione Tommasino Bacciotti all’isola d’Elba , che sono:
Moira Fusai 347 5040588 e Valentina Falcone ‭338 4005696
 

Indietro venerdì 1 dicembre 2017 @ 23:14 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus