"La nuova piscina va fatta ma non all'ex Bricchetteria"

di PD Portoferraio

l'intervento

Condividi
Repertorio

"'Eppur si muove' anche questa Amministrazione. Abbiamo letto la strepitosa notizia della volontà degli attuali Amministratori di fare, finalmente, un investimento di un certo peso, un’opera pubblica peraltro di grande utilità: una nuova piscina. Siamo d’accordo con la decisione presa, un po’ meno con la prevista localizzazione.
E’ stato scelto il terreno retrostante il supermercato Coop, nella zona della ex Bricchetteria, per “la vicinanza – abbiamo letto nel comunicato della Amministrazione comunale – di scuole, porto ed altri impianti sportivi”.
Perché sia opportuno costruire il nuovo impianto sportivo nelle vicinanze del palazzetto dello sport o del porto non riusciamo a comprenderlo. Né riusciamo a comprendere come possa essere giustificata la scelta della ex Bricchetteria con la presenza di due scuole. La piscina certo potrà essere frequentata anche dai ragazzi delle scuole, ma questo non può indurre una Amministrazione a scegliere una zona che ci pare non adeguata.
Si vuole dare “una risposta alla sempre crescente richiesta di pratica degli sport natatori non solo da parte dei cittadini di Portoferraio, ma di tutta l’isola”. Giusto!! Inoltre si pensa ad un impianto idoneo per “manifestazioni nazionali ed internazionali oltre che per gare di pallanuoto fino alla serie A femminile e alla serie B maschile”. Bene allora ricordiamo che una piscina per quegli usi necessita di 50 metri e non dei 25 scritti nell’articolo .( non costruiamola già vecchia)Ma allora, più che della vicinanza al porto o alle scuole, sarà molto più importante pensare alla possibilità di realizzare un ampio parcheggio a servizio e non sarebbe neppure male realizzare, intorno all’impianto, anche uno spazio di verde urbano.
La piscina che si intende costruire avrà certamente bisogno di ambienti e di servizi molto più ampi di quelli esistenti alle Ghiaie. Se si vogliono ospitare gare sportive, anche di una certa importanza, dovrà pur essere fatta, ad esempio, una tribuna. Inoltre sarà bene prevedere una protezione esterna con una idonea recinzione. A questo punto temiamo, però, che il terreno prescelto sarebbe quasi completamente assorbito dalla nuova struttura e non ci sembra che esistano nelle vicinanze aree libere disponibili. La zona prescelta è, infatti, densamente abitata ed è anche molto frequentata, durante il giorno, per la presenza dell’Istituto Cerboni e delle Scuole medie, di un Palazzetto dello sport, di un Supermercato, degli Uffici postali e di un Centro medico. E’ anche interessata, in certi periodi dell’anno, da un intenso traffico automobilistico proprio per la sua prossimità al porto. Ogni venerdì vi si tiene il mercato e con l’occasione molti automobilisti sono costretti a parcheggiare lungo le due corsie della strada provinciale. Dunque gli spazi esistenti per la sosta delle autovetture, come è facile constatare, sono già ora insufficienti.
Ed allora non sarebbe opportuno pensare ad una localizzazione diversa? Fuori dal centro abitato? O magari utilizzando un progetto già esistente nel piano dei porti del quale esiste già il rendering? O il progetto già redatto per una nuova piscina alle ghiaie?
Infine, perché non si cerca di trovare un accordo con i futuri 7 Comuni all’interno della Gestione associata per il turismo? La nuova piscina, d’altra parte, oltre che servire tutta l’isola, potrà anche contribuire ad accrescere le presenze turistiche nella bassa stagione, come da tempo stanno dimostrando tutti gli impianti sportivi già esistenti".
Partito Democratico Portoferraio

Indietro giovedì 30 novembre 2017 @ 15:40 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus