Piombino, giovani in prima linea per donazioni sangue

di Barbara Noferi

Val di Cornia

Condividi

Avvicinare i giovani alla pratica della donazione di sangue. E’ di questi giorni la realizzazione di una campagna di sensibilizzazione, portata avanti dal Comune di Piombino insieme ad Avis e Ail, che unisce la solidarietà alla promozione di stili di vita sani per i più giovani.

Martedì 14 novembre al Palatenda di Piombino in via Caduti del Lavoro alle 9,30 si terrà una manifestazione che vede coinvolte le classi 3° e 4° dell'Isis Einaudi Ceccherelli e del “Carducci – Volta- Pacinotti”.

Insieme a loro, oltre all'assessore alle politiche sociali Margherita Di Giorgi, al presidente di Avis Enzo Gilardetti e ad Alessandro Baldi presidente di Ail, ci saranno due atleti testimonial della campagna: Igor Protti allenatore di calcio ed ex calciatore, attuale manager del Livorno e Andrea Luci, piombinese e centrocampista del Livorno, di cui è capitano.
Nel corso della mattinata, dopo il saluto dell'amministrazione comunale e l'introduzione delle due associazioni, ci sarà un confronto diretto tra i testimonial e i ragazzi sui temi legati non solo alla donazione di sangue e allo sport ma anche agli stili di vita, al valore della solidarietà.
"L'importanza di questo progetto - dice l'assessora al sociale Margherita Di Giorgi - sta nel mettere in contatto il mondo dell'associazionismo con quello dei giovani per incentivare le donazioni. Il bisogno di sangue e dei suoi componenti è in costante aumento a causa dell’invecchiamento della popolazione e di cure sempre più numerose e nuove. Il sangue è indispensabile per moltissime terapie e non solo nelle situazioni di emergenza.”
 

Indietro domenica 12 novembre 2017 @ 12:33 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus