Sette aspiranti sindaci per i tre comuni che vanno al voto

Campo: 3 liste, centrodestra diviso; due liste alla Marina e a Porto Azzurro

Elezioni amministrative

Condividi
Amministrative 2017 tre comuni al voto

Mancano poche ore ormai, e saranno svelati i nomi delle persone che hanno deciso di impegnarsi politicamente a fianco dei candidati a sindaco dei tre comuni elbani – Porto Azzurro, Marciana Marina e Campo Elba - che andranno al voto domenica 11 giugno 2017. La presentazione delle liste - e dei loro sottoscrittori - ha come limite massimo le ore 12 di sabato 13 maggio, e ormai si può dire che ci sia incertezza solo per identificare gli aspiranti consiglieri comunali che affiancheranno i sette aspiranti primi cittadini.

La situazione delle candidature, infatti, si può considerare definitiva: a meno di clamorose sorprese nel corso della notte fra venerdì e sabato, ci saranno tre liste a Campo e due alla Marina e a Porto Azzurro.
Dopo la rinuncia ormai ufficiale a presentare una propria lista da parte di Alessandro Dini, restano tre i pretendenti campesi: Lorenzo Lambardi, sindaco uscente e sfiduciato dai propri consiglieri nello scorso luglio, che si ripresenta con la voglia di riprendere il lavoro forzatamente rimasto a metà per i dissidi interni che portarono sette consiglieri a dimettersi sciogliendo di fatto il consiglio comunale. Dall’altra parte dello schieramento politico (ma per Campo non è una novità) il centro-destra si presenta spaccato. Due i candidati di riferimento: il giovane architetto Davide Montauti, all’esordio in politica, con una compagine che si chiama “Uniti per Cambiare” che ha avuto l’”endorsement” di Forza Italia e Lega Nord, e Giancarlo Galli, commercialista, già vice sindaco di Lambardi ma poi da lui sfiduciato nella passata legislatura, alla guida della lista “Scelta di Campo”, che ha ricevuto l’appoggio di Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale.
Marciana Marina ha già scoperto le carte da tempo: annunciata la ricandidatura del sindaco uscente Andrea Ciumei, che si propone per il terzo mandato consecutivo alla guida della “Lista per il Futuro” con l’appoggio (stavolta plenario) di tutto il centro destra, è uscita molto presto allo scoperto anche la sua avversaria, Gabriella Allori, già segretaria del Circolo della Vela marinese e consigliere nella prima amministrazione Ciumei, che si propone alla guida di una lista civica denominata “Crescere Insieme” che ha, al posto del simbolo, una foto del porto di Marciana Marina, riferimento evidente a quello che viene ritenuto il simbolo del paese.
Più complessa, ma solo apparentemente , la situazione di Porto Azzurro. Ad oggi niente di certo, o meglio, di scritto, a parte la presentazione di una lista – “Insieme per Domani” - e di un simbolo da parte di un gruppo di giovani longonesi che per il momento non hanno dichiarato nessun apparentamento né politico né personale con altri candidati. In realtà i candidati saranno quasi certamente due: il sindaco uscente Luca Simoni, che dovrebbe in qualche modo ( ma concedeteci il beneficio del dubbio) essere appoggiato dai ragazzi di Insieme per Domani)  e Maurizio Papi, sponsor principale della candidatura Simoni nel 2012, ma dissenziente con la amministrazione uscente tanto da creare un proprio gruppo consiliare di minoranza negli ultimi due anni di legislatura.  Soprattutto a Porto Azzurro, quindi, per sapere meglio le cose si dovrà aspettare l’ultimo minuto disponibile prima della scadenza di sabato 13 maggio.
 

Indietro venerdì 12 maggio 2017 @ 11:48 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus