Affrichella, le conferme in un filmato di studiosi tedeschi

L'Hydra Institute ha definito il fenomeno "vulcano di fango". Le immagini

Guarda il video

Condividi
Le emissioni di metano dal fondo dell'Affrichella

Mud volcano, ovvero un vulcano di fango. Così gli studiosi tedeschi dell’Hydra Institute, istituto che collabora con le Università di tutto il mondo e che da anni ha una base operativa a Fetovaia, hanno catalogato ciò che studiano ormai dal 2011, nelle acque dell'Affrichella.

Le conferme di quanto scritto e documentato anche da noi negli ultimi giorni arrivano da un filmato, che vediamo in allegato. Il filmato di Hydra, concesso dal biologo Christian Lott, ritrae proprio lo spicchio di mare in cui, giovedì 16 marzo, si è alzata una violenta colonna di gas, detriti e fango, alta circa dieci metri sul livello del mare.

I biologi hanno studiato gli effetti che le emissioni superficiali di gas producono nell’habitat circostante: oltre al filmato realizzato, nel 2016 hanno pubblicato lo studio intitolato "Methane Seep in Shallow-Water Permeable Sediment Harbors High Diversity of Anaerobic Methanotrophic Communities, Elba, Italy”.

Nel filmato, si vede un fondale coperto da una distesa di fango, nel blu del mare che si stende a nord dello Scoglio d’Affrica. E, dal sottosuolo, delle bollicine di gas (in prevalenza metano) che salgono fino alla superficie. Le immagini più affascinanti sono quelle dell'ultimo minuto del video, da 6'33"  in poi.

Indietro sabato 25 marzo 2017 @ 23:07 © Riproduzione riservata

Video allegato: Affrichella Mudvolcano HYDRA Expedition 2011

This is a short, rather technical video about our exploration of the shallow seafloor north of Scoglio d'Affrica, south of Isola d'Elba, Arcipelago Toscano, Tyrrhenian Sea, Italy, Mediterranean Sea. Gas analysis reveals that most is methane. No temperature anomaly was discernible.

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus