Lettini e ombrelloni a Fonza, ma servono davvero?

lettera firmata

Guarda le foto

Il punto blu sulla spiaggia di Fonza

Ieri (30 giugno, ndr) in vacanza come ogni anno da 39 anni all'Elba, sono andata con i bambini nella spiaggia dove la natura diffonde ancora il suo potere benefico, selvatica e bellissima: Fonza.
E invece un'amara sorpresa.
Sotto il rassicurante nome di "Punto Blu" ho trovato due file da dieci lettini, ombrelloni, casupola in legno, ad occupare il tratto più bello di spiaggia.
Stordita dalla scoperta inaspettata, mi sono posizionata in uno dei due fazzoletti di spiaggia rimasti liberi tra lo stabilimento e lo scoglio dove ho passato la giornata a guardare le file (vuote) di lettini e a domandarmi come fosse possibile che una struttura come quella fosse concessa in un luogo così perfetto, senza peraltro valutare l'assenza della possibilità di parcheggio.
Se è la sicurezza che preme tanto, forse a salvaguardia di tanta bellezza sarebbe stato meno miope avere chi della sicurezza si occupasse senza il corredo di ombrelloni, lettini, punto ristoro e bagno chimico (a venire).
L'Elba è preziosa ma a volte sembra che chi la gestisce non se ne accorga.
 

Galleria fotografica

Indietro venerdì 1 luglio 2016 @ 10:49 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus