L’inverno si trasforma sempre in primavera: il video

L’incontro e la mostra fotografica alla Gran Guardia: le presenze e le assenze

Prima Pagina

Una foto della galleria fotografica"L'oggi di Edy"

L’inverno si trasforma sempre in primavera. A confermarcelo è stato il sorriso solare di Edy Papi, l’elbana che sta combattendo da tempo una dura battaglia contro il cancro e che ha avuto l’idea – e il coraggio – di mettersi a nudo nella sua attuale condizione, con il suo fisico segnato dalla terapia a cui si sta sottoponendo, attraverso una mostra fotografica sapientemente realizzata da Paolo Calcara. Il tutto è stato presentato con un evento organizzato alla Gran Guardia di Portoferraio, dedicato alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle problematiche legate alla gestione delle malattie oncologiche. Massiccia la presenza del personale medico e paramedico dell’ospedale elbano, sia del reparto di Oncologia che dell’Associazione Cure Palliative Elba, a favore della quale è stata lanciata una operazione di fund-raising.
Purtroppo si è registrata una assenza quasi totale degli amministratori pubblici: nessuno dei sindaci, pur invitati, era presente, in sala il solo Roberto Marini in rappresentanza del Comune di Portoferraio. Il messaggio della serata è stato chiaro: a fronte di una struttura che funzione e che deve essere mantenuta, ci sono dei problemi gravi per i pazienti oncologici, come quello dei costi dei trasporti per le terapie da effettuare fuori Elba. Oltre alla richiesta di coinvolgimento delle compagnie di navigazione, da sottolineare anche il fatto che solo Portoferraio, finora, ha aderito alla convenzione con VolareElba/Silver Air per il trasporto aereo degli ammalati sugli scali di continuità territoriale di Pisa e Firenze.
Al di là dei problemi della quotidianità, comunque, è stato fortissimo il messaggio di forza e di speranza uscito dalla serata, che si è conclusa con un aperitivo offerto dal Bar La Gran Guardia, con l’intrattenimento musicale della violinista Susanna Di Scala e del pianista Pietro Mazzei e con una poesia scritta - e declamata - per l’occasione da Andrea Isolani.

 

Indietro venerdì 1 luglio 2016 @ 10:49 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus