Morti sospette, l'indagine si allarga a macchia d'olio

L'elbano Luciano Giudicelli è deceduto nello stesso reparto. Il servizio al tg5

Infermiera Killer

Luciano Giudicelli nella foto di Mediaset

Tra i casi di morti sospette all’ospedale di Piombino, un altro decesso potrebbe riguardare l’isola d’Elba. E’ il caso di Luciano Giudicelli di Portoferraio, deceduto all’ospedale di Villamarina a 62 anni il 10 febbraio 2015. La notizia è stata data dal Tg5 con un servizio andato in onda sulle reti Mediaset nell’edizione delle 13.00. L’intervistato è l’avvocato Carlo Castaldi che il 5 maggio dello stesso anno aveva presentato una querela. “E’ morto in circostanze per le quali noi abbiamo chiesto un chiarimento all’Autorità Giudiziaria - ha dichiarato al giornalista l’avvocato - Giudicelli è arrivato completamente scoagulato. Inoltre il giorno in cui l’uomo morì, di turno, nel reparto di terapia intensiva c’era proprio Fausta Bonino, (il servizio andato in onda mostra il documento). A prendere le difese della Bonino è il marito, conclude il servizio Mediaset, “Mia moglie è innocente e lo proveremo. Non è depressa e non beve alcolici. La sorella di Luciano Giudicelli, Tiziana, che aveva già molti dubbi sulla morte del fratello, è intenzionata ad andare fino in fondo, “ altri casi potrebbero riguardare morti sospette di elbani – ci ha detto - sono in contatto con altre famiglie che vogliono conoscere la verità”

Di seguito il link del servizio andato in onda
http://www.video.mediaset.it/video/tgcom24/ultimi_arrivi/infermiera-piombino-ci-sono-altri-casi_606662.html
 

Indietro sabato 2 aprile 2016 @ 19:11 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus