"Funerali, il Comune può pagare solo alle famiglie indigenti"

L'assessore al Sociale Bertucci: "Vicenda incresciosa quella del defunto tenuto per 4 mesi nella cella frigorifera. L'Asl ha contattato la famiglia, che potrebbe permettersi le spese delle esequie. Rammarico ma non si poteva intervenire"

il caso dell'anziano

Condividi
Adalberto Bertucci

Vicenda davvero incresciosa per il defunto tenuto nella cella frigorifera per 4 mesi. Il comune di Portoferraio si era già attivato per risolvere la deplorevole questione. Come è stato riportato nel pezzo giornalistico, l’Asl aveva contattato la famiglia del defunto ma con scarsi o nulli risultati: non avevano intenzione di pagare le esequie in quanto da anni non aveva più alcun tipo di rapporto con il defunto. Ma la legge parla chiaro: il comune si può far carico delle spese solo se la famiglia è indigente invece, dagli accertamenti fatti, è stato verificato che i parenti del defunto si potevano permettere abbondantemente di pagarne le spese, per cui il comune di Portoferraio non poteva intervenire economicamente in nessun caso, anche perché si sarebbe creato un pericoloso precedente. L’unico dato certo sono il rammarico e la tristezza, non si può permettere che un genitore venga lasciato in un cella frigorifera per più mesi per qualsiasi sia il motivo, tutto questo non può essere assolutamente giustificabile.

Indietro giovedì 26 novembre 2015 @ 13:02 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus