"La tassa sui rifiuti non va applicata sugli specchi acquei"

E' il parere di Luigi Lanera (FdI-An) : "Perché un cittadino di Portoferraio residente deve pagare una tassa sui rifiuti per poter utilizzare la propria barca quando già la paga per la sua abitazione?"

Il caso

Lo specchio acqueo della darsena di Portoferraio

In questi giorni stanno arrivando ai cittadini di Portoferraio le cartelle,emesse dal comune, per il pagamento della nuova Tari . Si legge nel foglio principale dell'avviso che in base ad una delibera (n.57 del consiglio comunale del 30 07 2015) la Tari può essere pagata in due rate ecc..ecc... "Ma il punto sul quale noi di FdI-AN vogliamo soffermarci  - dice Luigi Lanera, consigliere nazionale del partito di Giorgia Meloni - è quello riguardante gli specchi acquei dati in concessione ai cittadini di Portoferraio mediante forme associative e non. Ebbene, dopo la nefasta giunta Peria, a nostro giudizio, anche questa nuova amministrazione persevera in un comportamento sbagliato, secondo noi, nell'applicazione della tassa sugli specchi acquei. In primis chiediamo pubblicamente al sindaco Ferrari perché vengano considerati ad uso esclusivo dei concessionari delle aree marine date in concessione dove invece chiunque può transitavi per effettuare manovre di posizionamento all'ancora o semplici transiti?

Perché viene applicata una tariffa equivalente ad un magazzino o autorimessa,che per sua natura diciamo noi è un area ben delimitata e privata? Perché un cittadino di Portoferraio residente deve pagare una tassa sui rifiuti per poter utilizzare la propria barca quando già la paga per la sua abitazione? Perché viene richiesto il pagamento di un servizio di raccolta rifiuti per gli specchi acquei distanti dalla costa senza che l'azienda preposta alla raccolta rifiuti sia in condizione di poter effettuare questo servizio? Perché,chiediamo ancora al sindaco Ferrari, questa amministrazione non tiene in considerazione le problematiche che più volte abbiamo sollevato su questo argomento? Dopo quanto  esposto - conclude Lanera -  siamo convinti che il sindaco Ferrari alla luce delle nostre giuste osservazioni sul problema Tari degli specchi acquei si attiverà al fine di risolvere una anomalia creata dalla precedente amministrazione".

Indietro martedì 25 agosto 2015 @ 10:52 © Riproduzione riservata