"Ora giustizia per Lorenzo". L'addio a Claris Appiani

Folla commossa per l'ultimo saluto al giovane avvocato ucciso a Milano. C'erano gli amici di sempre a portare la bara. Tante persone e i sindaci. Galli: "Primo lutto cittadino". Applausi scroscianti alle parole del padre

i funerali

Santa Barbara piena per i funerali La bara l'hanno portata loro: gli amici di sempre, quelli con cui Lorenzo Claris Appiani ha condiviso tante giornate spensierate nella sua Rio Marina. Un'ultima (triste) passeggiata insieme. E sono stati scroscianti gli applausi, in chiesa, quando Aldo, il padre, ha fatto risuonare in chiesa la parola "giustizia". Ha chiesto "giustizia", "senza rancore".

A Milano c'era il presidente della Repubblica con le massime autorità del Paese, per i funerali di Stato tributati alle vittime della strage di Milano. A Rio Marina è stata la volta degli  più personali. Con i familiari c'erano gli amici, i conoscenti, tanta gente che aveva imparato a conoscere quel ragazzo educato e gentile, e la sera dell'8 aprile lo ha rivisto attonita nei tg che mandavano in onda i resoconti dal palazzo di giustizia. Era piena la chiesa, ieri. L’intero paese e l’intera Elba si sono stretti intorno ai Claris Appiani, per portare la loro solidarietà affettuosa e discreta a quella famiglia che tanti anni fa ha scelto Rio Marina - non solo per le abituali vacanze, ma per avviare un'attività d'impresa.

Un amico di Lorenzo, Nicola, ha letto un testo composto per lui: "Fate largo alla nave bianca. Da domani non ci saranno più viaggi. Ti attendono altri appuntamenti. Vedere tutte le sere un tramonto noto che si perde tra le vigne e la miniera. Sentire quando soffia forte il vento la familiare risacca delle onde. Il nostro mare non consente al sole di morire. Un mare sempre con te. Nel tuo cuore puro e nel riflesso dei tuoi occhi. Quel nostro mare che conserva intatto ogni mattina il mistero dell'alba". Commozione difficile da contenere. Una cerimonia dolorosa ma sobria, nella chiesa di Santa Barbara, dove Rio Marina da sempre dà l'estremo saluto ai suoi figli. Certamente non è stato un funerale come gli altri, forse neanche per l'onoranze Marano che l'hanno curato nei dettagli. In chiesa ad attendere il feretro c’erano i rappresentanti delle istituzioni: il sindaco di Rio Marina Renzo Galli, che ha sottolineato la partecipazione della comunità, il vicesindaco di Rio Elba Rita Matacera. Entrambi i paesi hanno decretato il lutto cittadino. Ma c'erano anche il sindaco di Capoliveri Ruggero Barbetti e il vicesindaco di Portoferraio, Roberto Marini. E l'ex sindaco Francesco Bosi. C'erano le forze dell’ordine dell’isola e una folla silenziosa e commossa, e ancora incredula di fronte a un fatto tanto atroce che ha posto fine in modo inaccettabile alla giovane vita di un promettente avvocato, di un uomo innocente, di un giovane elbano.

Ri.Bla.

Galleria fotografica

Indietro giovedì 16 aprile 2015 @ 16:34 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus