Maltempo, 300 mila euro di danni a Marciana Marina

Anche la Torre colpita. Le raffiche di vento hanno raggiunto i 90 km orari e l'onda ha distrutto la sottofondazione del muro del Fosso di San Giovanni e della passeggiata Lungomare, oltre a banchine e pontili. I privati devono compilare i moduli documentando tutto con foto nel più breve tempo possibile

il giorno dopo

Particolare dei danni subiti dalla Torre

La tempesta del 5 marzo ha picchiato forte. E i Comuni iniziano la conta dei danni. Uno dei più colpiti dalle raffiche di ieri è stato Marciana Marina dove il vento di tramontana ha raggiunto la velocità di 91 chilometri orari. “Non erano mai state raggiunte raffiche di queste proporzioni – dice il sindaco, Andrea Ciumei - almeno fino a ieri quando il fronte dell’onda si è abbattuto in tutta la sua potenza sulla diga”. Le prime stime, un bilancio effettivo non è ancora possibile a causa del forte vento, stimano i danni subiti dagli enti pubblici in circa 300 mila euro, a cui poi si aggiungeranno quelli dei privati. Il vento ha danneggiato pesantemente la sottofondazione del muro del Fosso di San Giovanni  per una stima di circa 150 mila euro. Un’opera già compromessa dagli eventi dell’ottobre 2014 e aggravata dal maltempo di queste ultime ore. Danneggiata anche la Torre di Marciana Marina. Anche qui, dai primi rilievi è stato presunto che per l’intervento di messa in sicurezza saranno necessari circa 190 mila euro di cui 50 mila euro circa serviranno  per gli intereventi da eseguire in somma urgenza. Altri danni per un importo presunto 30 mila euro sono stati fatti ai pontili e alle banchine. 15 Mila euro serviranno a ripristinare l’illuminazione pubblica e la linea elettrica e 30 mila per riparare i danni fatti dal mare alla passeggiata della Fenicetta. Sono stati riscontrati anche danni al locale per le pompe di aspirazione per la sentina delle imbarcazioni. “Si deve mettere in conto - dice il sindaco - che è stata realizzata la nuova protezione della diga foranea che ha mitigato l’impatto del mare. Non oso pensare che cosa avrebbe potuto succedere senza questa protezione”. Martedì prossimo è previsto un incontro tra la Protezione Civile, l’Agenzia del Demanio e il comune di Marciana Marina per valutare più precisamente l’entità dei danni subiti”.

Ora i privati dei comuni di Marciana, Marciana Marina e Campo nell'Elba dovranno compilare il modulo di comunicazione danni subiti e documentare attraverso fotografie quanto accaduto. Il modulo sarà disponibile dalla settimana prossima presso gli uffici polizia municipale-protezione civile e una volta compilato restituito agli stessi uffici. "È importante che seguire attentamente quanto previsto dalle procedure per avere nel più breve tempo possibile il quadro generale dei danni subiti per velocizzare le attività", si raccomanda il sindaco.

Indietro venerdì 6 marzo 2015 @ 18:05 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus