L'Elba in maglia rosa al Giro d’Italia Ciclocross

Una giornata quasi estiva e una perfetta organizzazione all’interno del parco delle Terme di San Giovanni hanno ospitato 560 atleti provenienti da tutta Italia. Marini:“Il Giro tornerà anche nel 2015"

L'evento - il video e le foto

La maglia rosa consegnata al vicesindaco Marini

Oltre 1500 persone provenienti da tutta Italia e dall’estero hanno affollato il Parco delle Terme di San Giovanni - e conseguentemente Portoferraio e il resto dell’isola - nel primo fine settimana di novembre, in occasione della seconda tappa del Giro d’Italia di Ciclocross. Ben 560, infatti, gli atleti iscritti alle partenze delle gare delle rispettive categorie, che in un week end più tardo - estivo che autunnale, con temperature vicine ai 25/26 gradi nelle ore più calde, si sono disputati la maglia rosa di leader del circuito. Si è corso in memoria di Ugo Somigli, figura fondamentale per le Terme di San Giovanni, precocemente scomparsa, a cui è stato intitolato il trofeo principale della manifestazione.
Per l’Isola d’Elba non sono mancate le soddisfazioni: a livello sportivo, gli atleti elbani in gara hanno mostrato di poter competere a livello assoluto in una specialità molto tecnica e abbastanza distante dal loro modo di pedalare, più affine alla mountain bike. Già nella prima gara di giornata il portacolori di Elba Bike Scott Gianmarco Vignaroli è arrivato quarto allo sprint fra gli esordienti dopo aver attaccato per tutta la corsa, facendo sperare in un clamoroso successo. E’ andata ancora meglio fra gli allievi, dove a sfiorare letteralmente il successo assoluto è stato Giulio Galli: all’attacco nel primo giro, il portacolori di Elba Bike, già campione italiano esordienti nella mountain bike, si è dovuto arrendere solo alla maglia rosa Lorenzo Calloni, cogliendo un ottimo secondo posto. A completare il successo di Elba Bike il fatto di aver piazzato quattro atleti fra i primi 20, con Kevin Biagi 9.o, Federico Spinetti 12.o e Filippo Repeti 19.o . Nella stessa categoria, fra le ragazze 12.o posto per Gloria Bracci e 13.o per Sofi Crippa. Nella gara Open femminile grande attesa per Alessia Bulleri, che parte bene ma poi è bloccata da una serie di incidenti meccanici che la confinano in sesta posizione.
A vincere, però, è stata l’Elba: l’organizzazione di Elba Bike, a fianco del team Romano Scotti che organizza il Giro d’Italia, è stata inappuntabile e si sono definitivamente gettate le basi per rendere questo un appuntamento fisso della stagione internazionale del ciclocross.
 

Galleria fotografica

Indietro lunedì 3 novembre 2014 @ 17:04 © Riproduzione riservata