"La provincia al primo posto in Italia per il mare e le spiagge"

L'assessore provinciale al Turismo Pacini commenta i riconoscimenti della Fee: "Un successo che si amplia, per la prima volta, con una spiaggia elbana"

bandiere blu

L'assessore provinciale Paolo Pacini

“Una provincia che si conferma ai primi posti per la qualità del mare e delle spiagge, che ha saputo mantenere e salvaguardare le proprie coste, accrescendo e consolidando livello qualitativo dei servizi offerti dai comuni e dalle strutture ricettive e balneari”. E’ quanto dichiara l’assessore provinciale al turismo Paolo Pacini, commentando la notizia delle Bandiere Blu che la FEE ha assegnato, anche quest’anno, alle località balneari di Livorno-Antignano e Quercianella, Rosignano Marittimo-Castiglioncello e Vada , Cecina-Marina e Le Gorette, Bibbona-Marina, Castagneto Carducci, San Vincenzo, Piombino-Parco naturale della Sterpaia, Marciana Marina-La Fenicia.
“Un successo che si amplia – aggiunge soddisfatto Pacini - e che vede aggiungersi, per la prima volta, anche una spiaggia elbana, segno che anche i comuni dell’isola hanno capito l’importanza del valore aggiunto che questi riconoscimenti portano al territorio. Il turista, infatti, oltre alla buona salute del mare, guarda anche la qualità dei servizi che trova. Per questo è importante sottolineare positivamente gli sforzi che i comuni hanno fatto, pur in carenza di risorse, per portare avanti i processi di sostenibilità ambientale e mantenere la funzionalità dei servizi, penso in particolare ai depuratori, alla gestione dei rifiuti e all’accessibilità dei territori. A questo si aggiunge anche l’impegno di tanti operatori privati che, nonostante la crisi, investono per migliorare l’offerta qualitativa delle loro strutture”. Sforzi che premiano il nostro territorio, che si aggiudica ben 11 delle 18 Bandiere Blu riconosciute alle coste toscane portando la provincia di Livorno, a pari merito con quella di Savona, al primo posto assoluto a livello nazionale.
“Una formula che si rivela vincente - conclude Pacini - e che ci spinge a proseguire e consolidare quella politica del “fare sistema” fra pubblico e privato, per valorizzare l’offerta turistica della Costa degli Etruschi e dell’Arcipelago toscano”.
 

Indietro mercoledì 14 maggio 2014 @ 12:41 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus