Seimila ingressi nei musei e numeri dell'effetto "N"

L'assessorato alla Cultura di Portoferraio rende noti i dati delle visite alle residenze napoleoniche e agli altri poli della città. Ricorda tutti i passaggi televisivi dell'evento. E fa un lungo elenco di persone ed enti da ringraziare

bicentenario

Condividi

Quasi 4000 ingressi in 3 giorni (3-4-5 maggio) nelle residenze napoleoniche. Nei musei civici (Fortezze, Falcone, Linguella, Teatro e Pinacoteca) circa 2000 ingressi nello stesso periodo. E poi i dati turistici: oltre 20mila presenze, 120 alberghi aperti, navi al completo. Sono alcuni dei dati del week end dedicato a Napoleone - resi noti dall'assessore alla Cultura del Comune di Portoferraio. "Due giorni di occupazione pacifica della città, truppe in corteo, dame in costume, ufficiali in rassegna e infine Napoleone, un sosia perfetto dell’esule corso che ha affascinato il folto pubblico presente. Migliaia di persone hanno affollato le vie del lungomare e tutti i punti panoramici, per godere di uno spettacolo unico in una giornata finalmente serena, dove l’azzurro del mare si confondeva con quello del cielo, riscaldato da un tiepido sole primaverile". Giuzio ringrazia Maurizio Goetz e Andrea Rossi, coordinatori della gestione associata della promozione turistica dell’isola d’Elba e ricorda: "Grazie al lavoro dell’ufficio stampa della Gestione associata del Turismo abbiamo ottenuto i seguenti passaggi Tv (visibili anche su internet): 3 maggio GR1 ore 13.10, 4 maggio TG5 ore 20, 5 maggio TG2 ore 13, 5 maggio TG1 ore 17, 6 maggio UNO MATTINA dalle 9,15, 6 maggio TG2 Costume e Società dalle 13.30, in programmazione in orario da definire Sì Viaggiare TG2, TG2 Società,Speciale TG5".

Foto di Massimo e Adriano Puccini"Un doveroso ringraziamento a quanti hanno contribuito all’organizzazione: tutta l’amministrazione e la struttura comunale e l’ufficio cultura in particolare con l’architetto Mauro Parigi. Tutte le autorità militari, la direzione sanitaria dell’ospedale e le pubbliche assistenze. Un grazie al comandante Rodolfo Pacini e tutto il corpo dei vigili urbani. Grazie di cuore alla Petite Armée con Luca Bellosi e Ilaria Petricci e tutti i soci, l’architetto Balestrini che ha curato la direzione artistica della manifestazione, la dottoressa Peria per le ricerche storiche, l’associazione Amici dell’Enfola con Galullo e Cervetti per aver preparato il rancio tutti i giorni per le truppe (quasi 300 persone) , gli allievi della scuola alberghiera, Nocentini Tiziano per Conad , la Proloco Portoferraio e in particolare Riccardo Ferrini e Vittorio di Elba No Limits, Massimo Paglia, ESA, Terra Uomini e Ambiente, la CISSE, i cantieri navali ESAOM CESA che hanno concesso il gozzo per lo sbarco, l’Associazione Albergatori e in particolare l’ing Massimo De Ferrari, Enrico Cioni per Napoleon TO, Marc Boss per Baia Bianca, Marcello Bargellini per il Centro Ufficio Elba, Vivai Nannini di Pescia, Paolo Chillè per l’assistenza alla comunicazione e ufficio stampa, la Cosimo de Medici e tutti gli ormeggiatori della Darsena, la Lega Navale, la Fondazione Elba, Giuseppe Battaglini e Alvaro Claudi". E ancora: "Grazie a tutti i commercianti per la collaborazione e le splendide vetrine napoleoniche, il bar La Gran Guardia che ci ha permesso di accedere alla terrazza per le riprese televisive, -JOSEF DVORSKY comandante del Brigantino La Grace, tutti i rievocatori elbani che con passione ed entusiasmo hanno animato la citta e agli artigiani che hanno ricreato il mercato ottocentesco. Grazie all’Armee d’Italie e a Luciano Casolari che ha coordinato oltre 300 persone arrivate da tutta Europa. Un ringraziamento a tutti i cittadini che con pazienza hanno condiviso la chiusura del traffico e hanno goduto della bellezza di Portoferraio con scorci come Via dell’Amore, via delle Galeazze e Via Guerrazzi senza auto".

Indietro mercoledì 7 maggio 2014 @ 00:50 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus