Guasto a un motore dell'Acciarello: nave ferma in cantiere

Polemiche e disagi per lo stop non annunciato della Blu Navy che ha messo in difficoltà i viaggiatori

collegamenti turistici

Ha destato sorpresa ieri sera, intorno alle 23 e 30, la partenza dal molo Alto Fondale di Portoferraio della motonave Acciarello della compagnia Blu Navy. Sembrava una corsa straordinaria invece il traghetto ha preso il largo con destinazione i cantieri di La Spezia e con la prospettiva di non tornare a Portoferraio per qualche giorno. La compagnia – la cui composizione societaria vede in ballo anche capitali elbani – aveva cominciato la stagione lo scorso 4 aprile, a dire il vero abbastanza in sordina rispetto al lancio pubblicitario del 2013, operando nel canale con 5 coppie di corse fino all’affollatissimo week end del bicentenario napoleonico. L’assenza di Blu Navy non è stata annunciata né sul sito della società nè nelle biglietterie, mettendo in difficoltà coloro, soprattutto residenti, che avevano effettuato le loro prenotazioni su quel vettore. Non è dato sapere ufficialmente quando la compagnia riprenderà servizio sulla tratta Piombino-Portoferraio, per garantire gli slot che le sono stati assegnati dall’Autorità Portuale.
Singolare piuttosto che, nel momento più incerto della stagione dal punto di vista delle presenze turistiche, arrivi questo stop alle corse. La motivazione ufficiale sembrerebbe essere legata ad un guasto tecnico ad un motore, che avrebbe portato l’Acciarello a viaggiare già in questi giorni con un motore in meno, costringendola a fare manutenzione.
Probabile invece che la compagnia abbia scelto di intervenire subito dopo il week end appena trascorso, approfittando di un periodo meno affollato per entrare in cantiere. Qualunque sia la verità queste voci di banchina sarebbero quantomeno discutibili: una compagnia non può entrare ed uscire a proprio piacimento da una linea, o navigare con un motore in meno, slittando la doverosa manutenzione a periodi di minore affluenza. Di solito, in questi casi, si dovrebbe provvedere al mantenimento del servizio almeno con una nave sostitutiva.
 

Indietro martedì 6 maggio 2014 @ 10:46 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus