"Qui Norsi, habemus acqua"

Sei giorni a secco. Comprata a domicilio: 5 mila litri di al prezzo di 75 euro più iva. La mail: "Ieri il servizio su TeleElba, oggi è tornata"

l'emergenza

Sei giorni senz’acqua con questo caldo torrido: immaginabile il disagio per quanti, residenti e turisti, si vivono a Norsi – a cavallo fra i Comuni di Portoferraio e Capoliveri – è a secco da quasi una settimana, la più delicata dell’anno dal punto di vista turistico. La gente in qualche modo è dovuta ricorrere ai ripari comprando l’acqua, consegnata a domicilio nelle autocisterne per riempire i serbatoi. Risultato: al costo delle bollette del gestore unico, bisognerà aggiungere questi costi “extra” per avere l’acqua nei rubinetti. Per fare un esempio: 5 mila litri di acqua costano 75 euro, aggiungendo l’Iva si arriva a 90 euro.

Dopo sei giorni, ieri l'emergenza è stata risolta. Ce lo conferma una mail: "Ieri il servizio nel tg di Teleelba, oggi 21 agosto 2012, dopo otto giorni, a Norsi è tornata l'acqua. Tutta la comunità ringrazia la tv". Il "grazie" va girato a chi si è dato da fare per rispondere alle giuste aspettative degli abitanti di Norsi.

Indietro mercoledì 22 agosto 2012 @ 01:47 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus