Rio Marina, la presentazione del libro “La nostra Africa"

Cronache di viaggio di un "medico euroafricano" di Michelangelo Bartolo, uno dei fondatori del progetto Dream della Comunità di Sant’Egidio per la cura dell’Aids e della malnutrizione. Alle 21.45 alla Casa Valdese

l'appuntamento di domani

Condividi

L’Associazione culturale Arteggiando di Rio Marina organizza per sabato 28 luglio alle ore 21.45, presso la Casa Valdese di Rio Marina, la presentazione del libro “La nostra Africa” , Cronache di viaggio di un medico euroafricano (Gangemi Editore, 2012) di Michelangelo Bartolo.

Alla presentazione, aperta al pubblico e moderata da Pina Giannullo, interverranno l’autore Michelangelo Bartolo e Paolo Mancinelli, Comunità di Sant’Egidio. Il libro racconta la storia del  programma Dream (Drug Resource Enhancement against Aids and Malnutrition),  un programma ad approccio globale per curare l’Aids e la malnutrizione in Africa avviato dalla Comunità di Sant’Egidio. L’iniziativa sarà preceduta dalla proiezione del cortometraggio “Di sangue e di sogni” di Paolo Mancinelli, sul progetto Dream. Il cortometraggio nel 2008 ha vinto il Premio Bruce Chatwin, come miglior film sul volontariato.

Il racconto parte dal 2001 e arriva fino ad oggi: dai primi centri di cura in Mozambico alla diffusione in altri paesi dell’Africa. In questo libro l’autore racconta in prima persona questa sua esperienza che coincide anche con la storia di questo progetto. Nella sua narrazione c’è  un’Africa concreta, reale, con il suo fascino e la sua miseria, descritta attraverso uno stile leggero e sempre con una vena ironica che rende la lettura estremamente scorrevole e divertente ma non banale. È un diario di viaggio che inizia in Mozambico, attraversa la Tanzania e termina in Africania, paese simbolico e concreto insieme, specchio di un’Africa dalle tante contraddizioni. E’ la  narrazione di un percorso pieno di sfide e di ostacoli dove la passione e la determinazione, animate dalla volontà di  realizzare un progetto umanitario, alla fine riescono a prevalere.

A proposito del libro Roberto Gervaso ha scritto: “Questo non è solo un libro da leggere: è anche un libro da vivere. Michelangelo Bartolo, questo nuovo dottor Schweitzer, è un medico che ha scelto di essere anche un missionario in Africa. Non poteva riuscirci meglio. Questa è la sua prima testimonianza scritta con passione, vivacità, humour. Aspettiamo la seconda”. Il libro  inoltre, dopo essere stato finalista al premio letterario “Io scrittore 2011” del Gruppo editoriale Mauri Spagnol è diventato anche un e-book.

Michelangelo Bartolo, nato a Roma nel 1964, medico, angiologo, dirige il reparto di Telemedicina dell’Ospedale San Giovanni di Roma. È tra gli ideatori del programma Dream della Comunità di Sant’Egidio per la prevenzione e il trattamento dell’Aids e della malnutrizione in Africa. Dal 2001 ha compiuto decine di missioni in Paesi africani per aprire centri clinici di cura e servizi di telemedicina. È membro del comitato di redazione del periodico e-Health Care e di Telemeditalia.
 

Indietro venerdì 27 luglio 2012 @ 13:09 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus