Torna Marelba, all'Elba il trionfo degli sport di mare

Escursioni, corsi di pesca e kayak, gare di nuoto, vela, arte-terapia, laboratori di ricerca, ma anche eventi ludici, pesca e molto altro. Fra le novità il potenziamento del progetto di attività fisica per giovani con disabilità psicofisica

l'evento - dal 16 giugno

Condividi
.

Parte anche quest’anno l’avventura sportiva di Marelba, evento che giunge alla sua sesta edizione e che vede coinvolti i comuni dell’Isola, il parco, associazioni sportive locali e nazionali e amanti delle numerose discipline sportive legate al mare e all’aria aperta. Ieri mattina nella saletta della Gran Guardia a Portoferraio la presentazione ufficiale del progetto che partirà il 16 giugno. Fra le proposte di Marelba 2012, escursioni in mare, corsi di pesca e kayak, gare di nuoto, vela, arte terapia, laboratori di ricerca, ma anche eventi ludici, gare di pesca e molto altro ancora. Fra le novità il potenziamento del progetto Icaro programma di attività fisica in mare e sulla spiaggia per ragazzi e giovani con disabilità psico fisica, con escursioni a piedi, in barca e una gita sull’isola di Pianosa e all’acquario dell’Elba che vedrà protagonisti i comuni di Marciana, Campo nell’Elba e Portoferraio, mentre il versante orientale con Capoliveri sarà sede della ricerca partecipata del Dan Europe.

“E’ un’iniziativa significativa che valorizza il territorio - ha sottolineato Cosetta Pellegrini vicesindaco Portoferraio, Comune aderente al progetto Marelba - un progetto sul quale bisogna puntare anche per il futuro. Quest’anno – ha concluso Pellegrini - importante anche la presenza del Cesvot, centro servizi volontariato toscano, che presenterà insieme al difensore civico della toscana la conferenza dal titolo “Rete a sostegno dei diritti dei più deboli”.

Ma a poco meno di 15 giorni dall’inizio della sesta edizione di Marelba l’organizzazione pensa già al prossimo anno senza escludere persino un’edizione invernale dell’iniziativa, e puntando anche al potenziamento della comunicazione e del progetto Icaro. “Siamo soddisfatti di come sta andando l’iniziativa - ha sottolineato Alessandro Davini promotore di Marelba - rigraziamo tutti per il sostegno offerto, ma non vogliamo fermarci qui e vogliamo far crescere Marelba con iniziative ancor più ricche rivolte al mondo della disabilità anche con una rete fra associazioni e gemellaggi, puntando inoltre su maggiore comunicazione e promozione anche della nostra isola”.

Indietro sabato 2 giugno 2012- 05:12 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus