Braccio di ferro sul sentiero: arrivano le forze dell'ordine

Nuovo episodio della "guerra" sulla via dei rosmarini. Gli oltre 50 escursionisti che hanno risposto all'appello del circolo locale hanno trovato il passo sbarrato da reti metalliche: "E c'era anche una guardia giurata". La chiamata a Vigili, Forestale e Carabinieri. Strada riaperta dopo l'intervento

campo

Condividi
L'intervento delle forze dell'ordine

La guerra sul sentiero dei rosmarini è ricominciata. Dopo l'aggressione di Pasquetta ai danni di alcuni escursionisti, ieri sono doute intervenire le forze dell'ordine, per garantire l’accesso all’antico sentiero che congiunge Marina di Campo alla spiaggia di Fonza. Sul passaggio, infatti, erano state collocate reti metalliche. Il braccio di ferro che si è aperto a Pasquetta vede contrapposti alcuni privati intenzionati a chiudere la strada, e gli escursionisti decisi a utilizzarlo per fare in modo che la colettività possa appropriarsene percorrendolo - come sempre accaduto, sostengono.

Ieri, nonostante la pioggia, un bel gruppo di trekkers elbani ha risposto all'appello degli organizzatori della passeggiata - il Circolo Bonalaccia et FIletto - ed è tornato sul sentiero, ma ha trovato questa nuova amara sorpresa: delle reti che sbarravano la via. Così lo raccontano loro: "Nonostante la pioggia - scrive Umberto Segnini - oltre 50 partecipanti alla camminata del primo maggio sul sentiero 48 nel tratto la Foce-Fonza. Un gruppo molto vario con bimbi e persone di tutte le età. La passeggiata si è svolta tranquillamente fino al fosso di Scarpaccia, dove abbiamo avuto la sorpresa di ben tre recinzioni che ostruivano il percorso del sentiero, piantonate da una guardia giurata". "Nonostante l’imprevisto - il racconto di Umberto Segnini, uno dei 'capi spedizione' - nessuno del gruppo si è perso d’animo e prontamente chiamate le forze dell’ordine, ci siamo messi in pacifica ma determinata attesa. Alla chiamata hanno risposto Carbinieri, Forestale e Vigili urbani che con un intervento congiunto, hanno velocemente provveduto alla riapertura del sentiero e consentito al gruppo degli escursionisti di proseguire senza problemi la camminata fino alla spiaggia di Fonza. Dopo la sosta sulla bella spiaggia ingentilita dalle fioriture di violacciocca di mare e papavero giallo, la colorata comitiva ha percorso a ritroso il tragitto ormai liberato, senza alcun problema. Tanti complimenti ai partecipanti per la ferma e pacifica determinazione a far valere i propri diritti e a non cedere ai soprusi. E un grazie alle forze dell’ordine per il pronto e risoluto intervento".

Indietro martedì 1 maggio 2012- 23:21 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus