Non c'è pace per l'elisoccorso: tre feriti al Carburo

Difficoltà nell'atterraggio per l'elicottero: investiti da un vortice tre persone che erano nel tunnel del campo sportivo. Un dirigente dell'Audace finisce con una gamba ingessata, il collega di una squadra ospite colpito da un tubo

portoferraio

Condividi

Mentre si torna a parlare di una data utile al collaudo dell'eliporto sul tetto dell'ospedale, nuovi problemi sono segnalati alla piazzola del Carburo, a Portoferraio, dove sabato pomeriggio un mezzo in atterraggio avrebbe accusato difficoltà di manovra. Era appena terminata la partita, quando verso le 17 è arrivato l’elisoccorso per atterrare alla piazzola retrostante il campo. Una manovra consueta che questa volta però ha avuto dei problemi. Si è infatti creato un vortice anomalo di aria che è andato a colpire un tunnel mobile di tela e ferro che si trova tra il campo e la piazzola, dove la società Audace tiene riposti palle e attrezzi. Proprio nel tunnel in quel momento si trovavano alcuni dirigenti della società elbane e del Bibbona, le due squadre che avevano disputato la partita. I tre stavano riponendo le attrezzature quando il vortice creato dall’elicottero ha sollevato e spezzato il tunnel, trascinandoli. Un dirigente dell’audace è finito all’ospedale con una gamba ingessata, e ce ne avrà per 21 giorni. L’allenatore è stato trascinato per alcuni metri e ha riportato escoriazioni. Mentre il dirigente del Bibbona è stato colpito in testa da un tubo anche se in maniera non grave.

Indietro martedì 24 aprile 2012 @ 02:58 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus