"Abbagli elettorali di Ciumei: insulto alla democrazia"

Il comitato del Comune Unico replica alle dichiarazioni del sindaco marinese

La polemica

Dal Comitato Comune Unico Isola d’Elba riceviamo:

"Non possono che essere che un abbaglio elettorale le dichiarazioni che il sindaco di Marciana Marina ha rilasciato al quotidiano locale di giovedì scorso. In effetti sono  un insulto colossale, sia alla partecipazione democratica dei cittadini alle scelte rilevanti sul loro territorio, sia all’impegno appassionato di tanti volontari che, in condizioni a volte difficili anche per le condizioni climatiche e per l’ostilità di alcuni sindaci , hanno raccolto le firme di ben 5767 cittadini, tutte all’Elba e quasi tutte elbane, tutte ovviamente liberamente e consapevolmente apposte, anzi spesso richieste ai nostri volontari per le difficoltà a volte incontrate per trovare dove sottoscrivere.

Noi del Comitato contrariamente a chi ha tentato di mettere in dubbio la legittimità del nostro comportamento, abbiamo rispetto di un rappresentante eletto di una Comunità  che si deve sottoporre nuovamente alle elezioni ma non creda di ritardare con la sua azione denigratoria la procedura avviata ieri in Regione con la consegna delle firme. Se il sindaco  ha qualcosa da obiettare sul progetto del Comune Unico siamo pronti al dibattito che abbiamo sempre sollecitato e che nessuno di loro sindaci del “Comitato del no” ha mai accettato ma non tolleriamo assolutamente e la difenderemo con tutte le nostre forze che qualcuno metta in dubbio la correttezza dei nostri comportamenti e  la valenza dell’azione di partecipazione democratica che la proposta di legge d’iniziativa popolare da noi sottoposta alla firma degli elettori elbani rappresenta . In questi tempi di ristrettezze economiche per gli enti locali, con gli obblighi statali e regionali delle gestioni associate dei servizi essenziali e delle centrali di committenza,  è in  effetti  il modo più diretto per arrivare a decidere col Referendum se l’Elba deve restare ancora, con otto comuni o se è meglio unire le forze e istituire il Comune unico dell’Isola d’Elba per rilanciare quello sviluppo non solo economico ma anche culturale e sociale che tutti gli elbani da tempo si aspettano  e che i tanti tentativi ad oggi effettuati, dall’Eve degli anni sessanta alla Comunità Montana degli anni ottanta all’Unione di Comuni recente non sono riusciti a risolvere". 

Indietro lunedì 26 marzo 2012 @ 12:10 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus