Una nuotata contro il nucleare Campagna per il "sì" ai refrendum

L'iniziativa alle Ghaie, promossa dal comitato referendario elbano

l'appuntamento

Condividi

Una nuotata per sensibilizzare le persone sul problema del nucleare e per stimolarle ad andare a votare “sì” per fermare quelli che i promotori chiamano “gli scellerati progetti del Governo italiano sulla costruzione di centrali nucleari sul nostro Paese”. Ecco come i promotori presentano l’iniziativa di oggi, con partenza dall’Enfola dopo le 13.

“Lo stimolo deriva dall’estrema vicinanza del problema alla nostra terra, ma non vuole da questo aspetto essere limitato nelle intenzioni e nello spirito, che abbraccia idealmente e con convinzione tutte le zone dello stivale già prescelte come siti per impiantare le nuove centrali o per lo stoccaggio delle scorie radioattive. In ogni caso, localmente è emerso che il Comitato Nazionale per l’Energia Nucleare, in un documento di fatto acquisito dal Governo, ha indicato l’isola di Pianosa quale sito ideale per la costruzione di una centrale nucleare e le miniere del Monte Calamita all’Elba quale sito ideale per il deposito di scorie radioattive. È quindi necessario mobilitare gli animi e far rinascere quello spirito positivo che gli italiani sanno tirar fuori nel momento del bisogno. Per questo è stata organizzata una nuotata “simbolica” per il giorno di sabato 4 giugno, con partenza dopo le ore 13 dall’Enfola, tra l’altro sede del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, e arrivo previsto intorno alle ore 17 alle spiaggia delle Ghiaie a Portoferraio. Il tratto di mare sottocosta interessato è di 5 km e pertanto solo nuotatori preparati possono cimentarsi nell’impresa. Ma per accogliere chi con entusiasmo vorrà unirsi a questa “carovana del mare”, sarà possibile accompagnare il gruppo partendo dalla spiaggia di Capo Bianco e percorrendo così solo poche centinaia di metri. L’iniziativa non ha assolutamente spirito di competizione, anzi gli intenti e il fine sono diametralmente opposti. Per questo è possibile nuotare con o senza muta, con o senza pinne e perfino accompagnare i nuotatori con canoe o kayak. L’iniziativa fa capo alle attività che Greenpeace da tempo ha organizzato per opporsi al nucleare in Italia e aderisce a www.ipazzisietevoi.org. Per questo faranno da apripista Marco Sartore e Alberto De Simone, volontari Greenpeace, insieme a Pierluigi Costa e Lionel Cardin, gli ormai famosi Messaggeri del Mare www.messaggeridelmare.it. Chiunque è invitato a partecipare o ad unirsi ai nuotatori all’arrivo sulla spiaggia delle Ghiaie e a manifestare la propria opinione su http://www.facebook.com/event.php?eid=204635959577752”.

La manifestazione è inserita nel programma di iniziative a favore del referendum sul nucleare deciso dal Comitato Elbano a favore dei referendum composto da Sinistra ecologia e libertà, Partito Democratico, Italia dei Valori, Rifondazione Comunista, Movimento studentesco, Legambiente, Greenpeace e altri volontari.

Indietro sabato 4 giugno 2011 @ 12:30 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus