"ELBA ORMAI IN MANO A CINGHIALI, MUFLONI E GABBIANI"

CARLO GASPARRI OSPITE DELLA PUNTATA DI "MI DICA" IN ONDA DOMANI SERA TU TELETIRRENO: "NON SONO GLI ANTIPARCO CHE TORNANO, E' IL PNAT CHE NON HA MANTENUTO UNA SOLA PROMESSA. TUTTO PREVISTO DA 10 ANNI FA"

Condividi
MI DICA Carlo Gasparri e Fabrizio Prianti
“Tornano gli antiparco” dice qualcuno. Chi meglio di Carlo Gasparri per parlarne? E il presidente di “Arcipelago Libero”, ex campione mondiale di pesca subacquea, è l’ospite di “Mi Dica”, il programma di TeleTirreno condotto da Fabrizio Prianti che andrà in onda domani sera alle 22 e 15.

“Non è che ci sono gli anti-parco che tornano fuori – dice Gasparri, grandissimo conoscitore dell’Elba e del suo ambiente - ci sono quelli che hanno coscienza delle logiche ambientali e sanno bene che il Parco fino a questo momento non ha prodotto niente di quello che aveva promesso. Se poi qualcuno si inoltra all'interno dell'territorio elbano e va nelle zone dove c'è il Parco si accorge del degrado, che inizia dentro i confini del parco. Perché il parco, salvaguardando l'insieme della biodiversità, in realtà ha solamente salvaguardato i cinghiali e i mufloni, e anche i gabbiani reali in qualche punto. Queste sono le tre specie che oramai popolano quasi tutta l'Elba. Questo è un problema di grande entità del quale il parco si deve fare carico”.

Di Tozzi che pensa? “Non è facile aspettarsi molto da qualcuno che viene da lontano con l'arroganza di dire che conosce tutto, e ovviamente poi non conosce un territorio come quello dell'Elba che è abbastanza complesso. In una zona dove c'è un antropizzazione dovuta naturalmente a una situazione anche di esigenze economiche come quelle del turismo. Credo che se l'Elba ha dei valori ambientali è perché le persone di qui hanno cercato di conservarle. Queste logiche ambientali si sono perse proprio con la nascita del parco”.

“Quello che è successo oggi all'Elba – dice Gasparri - io l'ho scritto 10 anni fa. Sono stato attaccato un pò da tutti perché l'ho detto. Tozzi non ha fatto altro che confermarlo”.

Indietro venerdì 29 febbraio 2008 @ 18:45 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus